Seguici su Facebook!

Cos’è la Lamentela

14 febbraio 2013
Cos’è la Lamentela

La lamentela è un atto frequente in alcuni rituali comunicativi e può essere messo in relazione alla solidarietà e al grado di distanza sociale.

Lamentele indirette: sono l’espressione di insoddisfazione nei riguardi di qualcuno o qualcosa e rivolta ad un interlocutore.

Lamentele dirette: sono atti minacciosi, non si cerca di stabilire solidarietà come nelle indirette.

La Boxer classifica le lamentele indirette in tre modi che prendono in considerazione: 1) il sé: la preoccupazione o lamentela è su di sé, ci si auto-denigra nella speranza di essere contraddetti; 2) l’altro, 3) la situazione: la lamentela può essere rivolta o a qualcosa di personale, ma non una caratteristica del sé o una deficienza, o ad altri problemi (tempo, denaro, cibo, media ecc.).

Ci sono sei tipi di risposte alle lamentele indirette: risposta o cambio di tema, domande, contraddizione, scherzo/dispetto, consiglio/ramanzina, consenso/commiserazione.

La commiserazione: è la risposta più frequente alle lamentele indirette. Fra estranei avviene fra chi è dello stesso ceto, dove c’è uno scambio di sentimenti condivisi in modo negativo.

Prevpagina 1 di 2Next

Quando

La lamentela viene più usata con amici, conoscenti ed estranei e non con gli intimi. Siamo più disponibili verso gli altri che non con le persone che ci sono più vicine. Perciò con estranei, amici e conoscenti, un’azione discorsiva come la lamentela è usata frequentemente non solo per aprire le conversazioni e formare legami temporanei, ma a volte anche per creare, sostenere e rafforzare delle relazioni

Autore:

Laurea Magistrale in Editoria, Informazione e Sistemi Documentari Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione (Informazione e Nuovi Media). Amo il cinema, le nuove tecnologie e al web in tutte le sue forme.

Commenti da Facebook

Commenta l'articolo

Commenti dal Blog

Lascia un Commento sul Blog

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *