Seguici su Facebook!

Cos’è il frutto del drago o pitaya

15 settembre 2016
Cos’è il frutto del drago o pitaya

Il dragon fruit, o pitaya è il frutto della pianta del genere delle Hylocereus, ed è parente del Ficodindia. Originario del Messico e delle Ande settentrionali, faceva parte della dieta dei popoli precolombiani e i suoi semi sono stati trovati in siti antichi più di duemila anni, ma oggi è possibile trovarlo anche in Cina e nell’America centrale.

A causa della sua forma davvero particolare questo frutto nelle credenze popolari è stato da sempre associato a un uovo di drago, si pensava infatti che il fuoco del drago solidificandosi desse origine a questi frutti, e che mangiarli avrebbe reso la persona in questione più forte, assorbendo l’energia del fuoco e del drago.

Ma qualcosa di “magico” doveva pur esserci, perché in effetti questo frutto poco conosciuto è forse uno dei frutti con più sostanze nutritive se mangiato e proprietà nella cosmesi. Mangiando il Pitaya è possibile fare un pieno di antiossidanti, essendo ricco di vitamina A, vitamina C e vitamine del gruppo B; in particolare la B1, che trasforma gli zuccheri in energia, e B3, utile alla circolazione e contendo molte proteine, contiene ferro ed è ricco di fibre, oltre ad essere un diuretico naturale, contrasta la ritenzione idrica e previene il cancro ed un aiuto in caso di diabete, dimostrando capacità cicatrizzanti e antinvecchiamento agendo direttamente sulle cellule della pelle.

Prevpagina 1 di 2Next

Commenti da Facebook

Commenta l'articolo

Commenti dal Blog

Lascia un Commento sul Blog

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *