Seguici su Facebook!

Cos’è la catarsi

10 Marzo 2013
Cos’è la catarsi

Catarsi è un termine greco che deriva da kathàiro, “io pulisco, purifico”. Catarsi significa dunque purificazione, liberazione, espiazione, redenzione.

Se cerchiamo il significato di catarsi sul dizionario troveremo questa definizione: “Catarsi è il processo mediante il quale si giunge alla purificazione dell’anima dai mali del mondo”; nel corso del tempo, dall’Antica Grecia fino ai giorni nostri, alcuni pensatori hanno però utilizzato questo termine nella maniera per loro più opportuna per le proprie teorie.

Per i pitagorici e per Platone è la liberazione dell’anima dopo la morte (vista come ritorno dell’anima alla perfezione dopo la costrizione limitante vissuta entro la materia).

In senso più ampio il termine prende il significato di eliminazione delle impurità e dei gravami dello spirito.

Anche Socrate parla di “processo catartico“: attraverso una serie di botta e risposta, riusciva a smascherare quegli uomini che credevano di sapere tutto, facendo emergere così la loro ignoranza; da qui la frase socratica “So di non sapere” .

In un’epoca più vicina alla nostra, il termine “catarsi” è stato ripreso da Sigmund Freud e Joseph Breuer nel 1895, negli Studi sull’isteria, per indicare la liberazione di emozioni in pazienti ansiosi, grazie al recupero di particolari pensieri o ricordi biografici.

I due studiosi avevano a quel tempo chiamato il procedimento da loro utilizzato, appunto “metodo catartico”.

Prevpagina 1 di 2Next

Autore:

Laurea in Culture e Tecniche della moda Blogger per vocazione affascinata dai colori, tessuti e dalle nuove tecnologie

Commenti da Facebook

Commenta l'articolo

Commenti dal Blog

Lascia un Commento sul Blog

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *