Seguici su Facebook!

Cos’è Stonehenge

17 Giugno 2014
Cos’è Stonehenge

Un palcoscenico naturale per festeggiare il solstizio d’estate è Stonehenge un luogo magico, avvolto nel mistero e Patrimonio dell’Unesco. Un sito archeologico di fama mondiale che ogni anno soprattutto nei giorni vicino al solstizio d’estate e all’equinozio d’inverno attira milioni di turisti da tutto il mondo.

Stonehenge, la parola significa pietra sospesa (da stone, pietra, ed henge, che deriva da hang, sospendere) è un sito neolitico che si trova nella pianura di Salisbury, nel sud dell’Inghilterra e ad un centinaio di kilometri a ovest da Londra, è composto da un insieme circolare di enormi lastroni di pietra di varie dimensioni, conosciute come megaliti, risale più o meno a 3000 anni prima di Cristo anche se il loro attuale allineamento è dovuto ai lavori di ricostruzione effettuato nella prima metà del Novecento.

Ipotizzando che l’attuale allineamento ricalchi il precedente, alcuni sostengono che Stonehenge rappresenti un “antico osservatorio astronomico”, che serviva a calcolare il momento preciso di equinozi e solstizi, punti necessari per la costruzione del cerchio zodiacale. In particolare, nel giorno del solstizio d’estate, ovvero quello in cui abbiamo la maggiore quantità di luce, si svolgevano a Stonehenge riti e culti misterici, che venivano eseguiti dai sacerdoti druidi. Ma lo specifico orientamento delle pietre sul terreno serviva anche a calcolare le posizioni lunari e, in particolare, le eclissi.

Prevpagina 1 di 2Next

Autore:

Corrispondente in lingue estere Educatrice per l’infanzia - Puericultrice Consulente educativo appassionata di cucina, viaggi e moda

Commenti da Facebook

Commenta l'articolo

Commenti dal Blog

Lascia un Commento sul Blog

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *