Seguici su Facebook!

Cos’è un kilim

6 marzo 2013
Cos’è un kilim

Il Kilim è un tappeto senza pelo, molto somigliante ad un arazzo (spesso vengono utilizzati come tali) e viene prodotto nelle regioni dai Balcani al Pakistan.

Le aree geografiche per tradizione produttrici di kilim sono l’Africa Settentrionale, l’Anatolia, la Persia, il Caucaso, l’Afghanistan e l’Asia Centrale.

In queste zone le tribù nomadi, perennemente in cammino per condurre al pascolo le capre e le pecore, e le popolazioni stanziali del deserto hanno dato vita a stoffe variopinte che permettessero loro di proteggersi dal caldo e dal freddo e di ripararsi dalle intemperie.

I kilim sono prodotti intrecciando strettamente i fili di ordito e trama realizzando una superficie piana, senza peli.

La maggior parte dei tessuti kilim sono “trama fronte”, cioè, i fili di trama sono tirati verso il basso in modo da nascondere i fili di ordito verticali.

La tecnica di tessitura del kilim pone dei limiti ai motivi decorativi, che risultano prodotti da forme geometriche come triangoli, rombi, gradini, angoli di novanta e quarantacinque gradi.

Prevpagina 1 di 2Next

Autore:

Corrispondente in lingue estere Educatrice per l’infanzia - Puericultrice Consulente educativo appassionata di cucina, viaggi e moda

Commenti da Facebook

Commenta l'articolo

Commenti dal Blog

Lascia un Commento sul Blog

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Nadia

    7 marzo 2013at10:50

    Bellissimo tipo di tappeto ma temo che il mio gatto me lo rovinerebbe subito se lo comprassi 🙁